PsicologiaDinamica.it
Psicologia Clinica e Psicoterapia
APPLICAZIONI E RICERCHE

La Fobia è una paura forte, di una situazione, di un animale, di un oggetto o di un alimento che se visti o anche solo pensati scatenano una risposta d'angoscia.
Questa paura è sentita come incontrollabile per la persona che ne soffre, nonostante a volte sia una paura per un pericolo non mortale, che gli altri riescono ad affrontare agevolmente.
La fobia ha sempre una parte irrazionale, anche quando per esempio si ha paura di qualcosa che, come tutti sanno, può essere pericolosa, come per esempio l'altezza, il volo in aereo, le onde del mare. Anche quando la fobia è conseguente ad un evento traumatico la risposta a questi stimoli sembra irrazionale, eccessiva, non completamente giustificata dal contesto ma piuttosto da una fragilità di sé o da un blocco interno.
La fobia causa una sensazione di allarme e un desiderio di fuggire che non riesce ad essere superato con il semplice buon senso, autorassicurazioni o con dimostrazioni di inoffensività da parte di qualcunaltro.
Chi soffre di fobie spesso fa fatica a farsi rassicurare dagli altri e può provare un forte senso di incomprensione per la sua esperienza che può far provare impotenza, vergogna e rabbia.
Anche quando la fobia è molto invalidante, perché limita le libertà dell'individuo, la persona tende a fare qualsiasi cosa per evitare lo stimolo che la spaventa, rinunciando di fatto a vivere liberamente.
Spesso chi soffre di fobie sa che la sua paura è fuori misura e in parte irragionevole ma, nonostante questo, non riesce a spiegarsene completamente le cause e neppure a liberarsene, anche se a volte si ricorda la prima occasione in cui si ha provato paura.
Questo accade perchè la fobia spesso è un sintomo che segnala una vulnerabilità inconscia. Ha la funzione di proteggere da un evento pericoloso ma sconosciuto che si fa fatica a pensare ma verso il quale ci si sente impotenti e fragili.
Le fobie possono essere ereditate dai genitori oppure presentarsi come sintomi del tutto nuovi, data questa variabilità ogni caso va affrontato come un caso a sé stante.
Diverse tecniche di apprendimento comportamentale possono aiutare il fobico ad avvicinarsi inizialmente allo stimolo di cui ha paura e così alleviare il disturbo.
Con un certo impegno in un lavoro dinamicamente orientato la fobia si può risolvere attraverso il recupero di capacità emotive utili per affrontare le situazioni temute, sviluppando strategie per affrontare i conflitti emotivi e le paure in modo diverso.
Le Psicoterapie Dinamiche Brevi sono indicate per la comprensione e la risoluzione del sintomo fobico in sé ma spesso il sintomo ha alla base una situazione ansiosa iniziale che deve essere comunque affrontata in un percorso psicoterapeutico.
Qualche volta l'intera personalità è strutturata intorno a paure fobiche in questo caso è indispensabile un lavoro di Psicoterapia più lungo, ma anche più proficuo, perchè orientato allo sviluppo di un senso di sé piu forte e di un senso di sicurezza personale più stabile.




PsicologiaDinamica.it
Le informazioni che cercavi, qualcuno con cui parlarne.