PsicologiaDinamica.it
Psicologia Clinica e Psicoterapia
APPLICAZIONI E RICERCHE

L'insonnia può avere caratteristiche diverse. Può presentarsi come una difficoltà ad addormentarsi oppure essere caratterizzata da risvegli e interruzioni del sonno.
L'insonnia ha un peso evidente sulle persone che ne soffrono, un sonno di qualità è necessario per mantenere una vita psichica equilibrata.
Quando queste difficoltà durano per qualche mese le capacità lavorative e sociali inziano ad diminuire.
Con il tempo l'insonnia può caratterizzarsi come un disturbo abbastanza grave ed invalidante.
Si rende necessario un intervento. Spesso le persone si rivolgono al medico, per trovare un sollievo rapido nell'assunzione di molti ben noti farmaci.
Con il tempo anche questa soluzione provvisoria perde di efficacia ed è inevitabile considerare l'ipotesi di intervento sulle ragioni psicologiche dell'isonnia.
La consulenza psicologica spesso viene intrapresa in ritardo quando la situazione si è un po' cronicizzata.
Molti disturbi del sonno sono infatti la condizione secondaria di problemi di ansia, d'umore o di condizioni di stress, per questa ragione possono durare per anni o decenni.
Queste cause psicologiche vanno affrontate se si desidera migliorare le condizioni di vita generali.
Infatti l'insonnia segue l'andamento psicologico della persona e a sua volta influeza le condizioni psicologiche come in un circolo vizioso.
Chi si occupa di psicologia dinamica è abituato a cercare le cause iniziali della strutturazione del sintomo che ha sempre un significato e una sua utilità anche se questa funzione è spesso inconscia.
Aiutare le persone a trovare una altra soluzione per i problemi psicologici che hanno portato alla strutturazione del sintomo dell'insonnia spesso porta alla riduzione degli episodi.
Il problema va inoltre affrontato anche nelle sue dinamiche attuali, cercando di trovare uno stile di vita psicologico meno stressante.
Un altro caso, meno frequente, di distrubi del sonno riguarda le ipersonnie e le narcollessie.
Si tratta della difficoltà a mantenere lo stato di veglia lucido in modo sufficientemente continuo e coerente.
Anche questi sintomi hanno dei significati psicologici che vanno compresi per le ricadute che possono esserci nella vita quotidina.
Spesso l'insonnia psicogena si presenta in un quadro misto con condizioni mediche generali, difficoltà nella respirazione, sovrappeso o altre patologie, questo però è un modo molto riduttivo di affrontare il problema.
Considerare l'insonnia solo come una malattia corporea non aiuta a risolvere il problema anzi spesso contribiusce a rinforzare la negazione delle condizioni psichiche lasciando la persona priva del soccorso psicologico di cui invece avrebbe bisogno.
Per questa ragione è importante che l'intervento comprenda e preveda la collaborazione tra diverse figure professionali. Nella maggioranza dei casi uno psicoterapeuta può aiutare la persona insonne a elaborare i problemi e le condizioni emotive che gli impediscono di dormire.





PsicologiaDinamica.it
Le informazioni che cercavi, qualcuno con cui parlarne.